Skip to main content
guida cosa fare se il touch screen non funziona

Il touchscreen non funziona: ecco cosa fare

Può accadere che il touch del proprio smartphone o tablet smetta di funzionare correttamente, non rispondendo più ai comandi o diventando meno reattivo al tocco.

In questo articolo analizzeremo le possibili cause del malfunzionamento, suggerendo 5 diversi trucchi per risolvere il problema.

I seguenti consigli possono essere applicati ai sistemi operativi Android, iOS, Windows 8 e 10.

Perché il touch del dispositivo non funziona?

Come sappiamo i touchscreen di smartphone e tablet sono molto delicati, il rischio di danneggiarli è quindi elevato.

Quali sono i danni più frequenti e come evitarli?

Graffi, urti, cadute rappresentano le cause più comuni del non funzionamento del touch: per non dover correre ai ripari in seguito è consigliabile proteggere lo schermo con la pellicola protettiva o con il vetro temperato.

Meno conosciuti sono i danni provocati da detergenti o altre sostanze non idonee che entrano a contatto col display, andando a lederne le caratteristiche.

Capita spesso infatti che per pulire lo schermo vengano utilizzati liquidi che infiltrandosi all’interno del dispositivo, possono causare un processo di ossidazione andando così a danneggiare la funzionalità del touchscreen o far emergere aloni e macchie nel pannello lcd.

Cosa fare se il touch del display non risponde: 5 consigli

Ecco 5 possibili metodi per intervenire in autonomia nel caso di touchscreen non funzionante:

1. Riavviare il dispositivo

Come sempre il primo consiglio quando si presenta un malfunzionamento di uno smartphone o tablet è quello di riavviare il dispositivo.

Il riavvio permette di azzerare tutti i processi, chiudendo le applicazioni attive, alleggerendo quindi il sistema operativo.

2. Liberare più memoria RAMliberare memoria ram chiudere app

La memoria piena di smartphone e tablet ne causa il rallentamento, o addirittura il blocco.

Quando la RAM è piena, il sistema operativo sovraccarico può faticare a svolgere anche le funzioni base come ad esempio la reazione al tocco del display.

Il dispositivo manifesta quindi poca reattività, ritardando il tempo di risposta del touchscreen.

Come liberare la RAM?

Chiudere le app che non state utilizzando, terminandone i processi così da ‘alleggerire’ il lavoro del sistema operativo.

3. Utilizzare App Native per il test

Può accadere che il touchscreen presenti dei malfunzionamenti solo in alcune aree dello schermo, quindi non in tutta la sua superficie.

Possiamo analizzare il funzionamento del touch autonomamente attraverso due app:

  • Calcolatrice, ruotando lo schermo, è perfetta per testare la reattività di tutta la superficie dello schermo;
  • Mappe, per testare la reazione al trascinamento e provare il pinch-to-zoom.

4. Sostituire il display

Se in seguito ai precedenti passaggi il vostro display continua a non funzionare correttamente, il problema potrebbe non essere di software.

In seguito ad un urto o una caduta, il display potrebbe aver subito dei danni che causano il malfunzionamento del touch.

Nel caso la garanzia del dispositivo sia già scaduta e non volete considerare una riparazione professionale, potete provare a sostituire lo schermo in autonomia.

Esistono molte guide online e vide su You Tube che vi spiegheranno come fare.

5. Rivolgersi ad un centro di riparazione autorizzato

Il consiglio migliore in questi casi è sempre quello di affidarsi ad un centro di riparazione smartphone e tablet: tecnici specializzati sapranno fornirvi l’assistenza necessaria, riparando il touch del dispositivo senza rischi.

 


Hai bisogno di assistenza per il tuo dispositivo?


Condividi l'articolo: